Multiplo Sensibile 2022

Laboratori e spettacoli di fisica, geografia,
matematica, biologia e scienze ambientali


DAL 11 AL 24 MAGGIO 2022

La terza edizione del progetto “Multiplo sensibile. Laboratori e spettacoli di fisica, geografia, matematica, biologia e scienze ambientali” presentato dall’Officina delle Culture dall’11 al 24 maggio 2022 promuove l’approfondimento e lo sguardo su tematiche scientifiche e universali partendo dal territorio che si abita.

l progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico EUREKA! Roma 2020 – 2021 – 2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

L’associazione Officina delle culture, in collaborazione con le Biblioteche di Roma, Manchester University, Consulta della Cultura del Municipio Roma IX, il Centro Ricerche Enrico Fermi e la media partner di Radio Frammenti, sceglie di offrire ad un vasto pubblico, strumenti di analisi fondamentali per un progresso consapevole, ed uno sviluppo ecosostenibile condiviso attraverso l’invito al saper osservare un territorio periferico come Spinaceto con i laboratori di fotografia condotti da Fabio Moscatelli riservati quest’anno a giovani che fotograferanno con uno smartphone, il laboratorio di video condotto da Clara Anicito e Jean Hilaire Juru e il laboratorio radiofonico condotto da Maria Genovese.

I Semivolanti presentano Siamo moltitudini. Batteri, simbiosi e la vita che non vediamo di e con Valerio Gatto Bonanni e Guido Bertorelli per raccontare in modo giocoso e divertente la nuova frontiera della vita: il microbiota. Il complesso ecosistema microbico in perenne equilibrio mobile con il nostro corpo e l’ambiente, accreditato come la fonte della produzione delle emozioni, ci porta a raccontare una storia che ha miliardi di anni e che intreccia la vita di piante, animali e virus. (Teatro Marconi 11 maggio, ore 19.00).
Teatri della Resistenza presentano Majorana – un genio controcorrente di e con Simone Faucci. Le ultime ore di Ettore Majorana, durante le quali egli stesso affronta e confronta le teorie scientifiche con la propria umanità, le proprie contraddizioni e il proprio impulsivo, ostinato senso della ricerca. (12 maggio, ore 19.00 Teatro Marconi).
In collaborazione con il Centro Ricerche Enrico fermi il 17 maggio è previsto anche un incontro su Enrico Fermi e i ragazzi di via Panisperna con la storica della fisica Miriam Focaccia e letture di Simone Faucci.

Con i laboratori in italiano e inglese tenuti dalla professoressa Rosa Archer dell’Università di Manchester si propone l’approfondimento e la condivisione di grandi temi della ricerca scientifica universale come il rapporto tra la matematica e l’arte per i bambini e la “People Math” dove nello spazio i giovani partecipanti rappresenteranno figure e modelli matematici. Il Professor Alexander Staltuari del Liceo matematico Ettore Majorana ci accompagnerà con giochi e indovinelli nel misterioso mondo dopo la virgola, oltre i numeri interi e le frazioni. (Casa9 – via Carlo Avolio, 60).

Il progetto prevede l’allestimento della mostra fotografica Raccontare Spinaceto alla Biblioteca Pier Paolo Pasolini (dal 20 maggio) e termina il 24 maggio con “Radio Officina” una puntata radiofonica live in teatro che racconta il territorio del IX Municipio e di Spinaceto in particolare con interviste, audio e video nate durante i laboratori.

INGRESSO LIBERO
NECESSARIA LA PRENOTAZIONE PER I LABORATORI
info@officinadelleculture.org
www.officinadelleculture.org
FB, Instagram e Telegram
@officinadelleculture

info e prenotazioni
info@officinadelleculture.org

LUOGHI DEL FESTIVAL
Casa9 via Carlo Avolio, 60
Teatro Marconi  V.le G. Marconi, 698/E
Biblioteca Pier Paolo Pasolini – viale Caduti per la Resistenza, 410

CALENDARIO

mercoledì 11 maggio ore 19
• presso Teatro Marconi
• teatro
Semivolanti in
SIAMO MOLTITUDINI
batteri, simbiosi e la vita che non vediamo

un progetto di SemiVolanti/Altri Mondi Bike Tour
regia Valerio Gatto Bonanni
di e con Guido Bertorelli, Valerio Gatto Bonanni
scene, costumi, bici, oggetti Bianca Sitzia, Pierluigi di Silvestro
illustrazioni Guido Bertorelli

Le ultime frontiere della scienza, tra curiosità e approfondimento in scena al Teatro Marconi con lo spettacolo “Siamo Moltitudini” di e con Guido Bertorelli e Valerio Gatto Bonanni che portano all’attenzione del pubblico la nuova frontiera della vita: il microbiota. Si propone una divulgazione scientifica giocosa che racconta di quell’ecosistema di batteri, quella giungla in perenne equilibrio con il nostro corpo e l’ambiente, il cervello intestinale, la fonte della produzione delle emozioni. Una storia che ha miliardi di anni. Batteri e virus ci sono sempre stati e si sono intrecciati con piante, animali e funghi. Hanno purtroppo una brutta fama in questi tempi, tempi in cui siamo diventati tutti più sospettosi, ma il microbiota ci aiuta a ricordare che la vita è un insieme di simbiosi tra diversi organismi. Tutto è interconnesso e lo vediamo nel nostro corpo, tra batteri e pesci, tra l’Amazzonia e il Sahara, in ogni organismo vivente. Persino le galassie sono interconnesse tra di loro. “Siamo Moltitudini” allarga il punto di vista sui batteri. Non siamo mai soli anche quando siamo soli, “Siamo Moltitudini” invita a ripensarci meno come individui e più come una multispecie.

Evento Facebook

giovedì 12 maggio ore 19
(ore 10.30 replica riservata alle scuole)
• presso Teatro Marconi
• teatro
Teatri della Resistenza
in
MAJORANA
un genio controcorrente

drammaturgia Simone Faucci e Dario Focardi
regia e interpretazione Simone Faucci

Teatri della Resistenza presentano “Majorana – un genio controcorrente”: le ultime ore di Ettore Majorana, durante le quali egli stesso affronta e confronta le teorie scientifiche con la propria umanità, le proprie contraddizioni e il proprio impulsivo, ostinato senso della ricerca. Ettore Majorana, la cui scomparsa è ancora avvolta nell’oscurità, come un Amleto della fisica, ci lascia in eredità questo quesito, in cerca della risposta al mistero dell’equilibrio tra materia e antimateria, tra sentimento e ragione, tra follia e saggezza. Interprete della complessa personalità di Majorana è il fiorentino Simone Faucci, attore, regista e coautore del testo insieme a Dario Focardi, con cui ha fondato, in collaborazione con Regione Toscana, la compagnia Teatri della Resistenza.

Evento Facebook

lunedì 16, mercoledì 18, venerdì 20 e lunedì 23 maggio dalle ore 17 alle 19
(ven 20 maggio Biblioteca Pier Paolo Pasolini)
• presso Casa9
• laboratorio di fotografia
GEOGRAFIA AMBIENTALE
condotto da Fabio Moscatelli

Quattro incontri con il fotografo Fabio Moscatelli per osservare Spinaceto. Il laboratorio è pensato per ragazzi dagli 11 ai 18 anni per eseguire foto con uno smartphone.

Evento Facebook

giovedì 12, sabato 14, lunedì 16, martedì 17 maggio dalle ore 18.30 alle 20.30
• presso Casa9
• laboratorio
VIDEO LAB
condotto da Jean Hilaire Juru e Clara Anicito

Breve laboratorio finalizzato alla narrazione dei luoghi del quartiere Spinaceto. I videomaker Clara Anicito e Jean Hilaire Juru propongono un laboratorio aperto a tutti, anche senza esperienze pregresse in ambito audiovisivo, per creare video narrazioni del territorio. Riprese ed interviste realizzate nei giorni di laboratorio verranno presentato il 24 maggio al Teatro Marconi nello spettacolo Radio Officina.

Evento Facebook

giovedì 12, venerdì 13, lunedì 16 e mercoledì 18 maggio dalle 17 alle 19
• presso Casa9
• laboratorio
RADIO FRAMMENTI
condotto da Maria Genovese

Maria Genovese di radio Frammenti propone un laboratorio radiofonico che termina nella realizzazione di una puntata aperta al pubblico da realizzare al Teatro Marconi (24 maggio Radio Officina). Il laboratorio sarà tenuto da Maria Genovese, ideatrice e responsabile di Radio Frammenti. Le nozioni che apprenderanno i partecipanti saranno: Cosa è una radio web?; Strumenti e tecniche per andare in voce; Condurre un’intervista; Realizzare un piccolo formato relativo alla rassegna per mettere in connessione partecipanti e artisti.

Evento Facebook

martedì 17 maggio ore 18
• presso Casa9
• teatro
ENRICO FERMI

e i Ragazzi di Via Panisperna
con Simone Faucci (Teatri della Resistenza)
e Miriam Focaccia (storica della fisica)
in collaborazione con Centro Studi Enrico Fermi

Come nacque la fisica teorica in Italia? Chi permise tutto questo?
La vita del grande scienziato che ha risollevato la Fisica italiana, di un uomo dedito alla pura ricerca come unica spinta di vita. Fu lui che sotto l’egida di Orso Mario Corbino elevò la ricerca scientifica italiana ai massimi livelli mondiali. Fu lui che compose un gruppo straordinario di fisici che daranno contributi alla scienza di cui ancora oggi usufruiamo. Tutto iniziò in una palazzina di Via Panisperna a Roma in cui venne inaugurato nel 1929 il primo centro di ricerca della storia italiana. Il premio Nobel Enrico Fermi guida quei giovani scienziati che passeranno alla storia come i “Ragazzi di via Panisperna”.
Un gruppo di menti straordinarie: Bruno Pontecorvo, Edoardo Amaldi, Franco Rasetti, Emilio Segré, Oscar D’Agostino e Ettore Majorana. Un racconto di queste vite che si intreccia tra sentimenti, aneddoti e ricerche di quei giovani che divennero quasi leggenda.

Evento Facebook

venerdì 20 maggio ore 16.30
• presso Biblioteca Pier Paolo Pasolini
• mostra
RACCONTARE SPINACETO
in mostra gli scatti del collettivo Raccontare Spinaceto

In mostra gli scatti di Chiara De Murtas, Gaia Maria Galati, Adriano Lazzarini, Valentina Maurizi, Francesca Pes, Anna Scaroni, Andrea Tomassi e Daniele Trasatti incontrano il quotidiano del quartiere tra luoghi di incontro e luoghi del silenzio. La mostra nata con il progetto “#Spinaceto50” vuole creare empatia tra gli abitanti e il loro territorio. Con l’aiuto di esperti della visione fotografica e urbanistica luoghi del quotidiano, accanto a luoghi meno frequentati diventano protagonisti attraverso la molteplicità di sguardi. Dopo aver ospitato il laboratorio fotografico di Fabio Moscatelli nell’estiva Officina Estate, e dopo aver accompagnato il collettivo di fotografi di Spinaceto nel festaggiamento dei suoi 50 anni, la mostra sarà visitabile in Biblioteca.

venerdì 20 maggio ore 18
• presso Casa9
laboratorio
LA MATEMATICA ISPIRA L’ARTE
condotto da Rosa Archer
per bambini dagli 8 ai 13 anni
(IN ITALIANO E INGLESE)

La matematica viene percorsa da Rosa Archer, professoressa di didattica della matematica dell’Università di Manchester, attraverso dei laboratori partecipativi per coinvolgere bambine e bambini in una dimensione che faccia percepire l’astrazione matematica, spessa ritenuta fredda e distante, come una forma di adesione ai meccanismi dell’universo, verso la creatività e l’arte giocando a disegnare e costruire modelli matematici. Il laboratorio sarà condotto in Italiano e inglese.

Evento Facebook

sabato 21 maggio ore 10.30
• presso Casa9
• laboratorio
PEOPLE MATHS

condotto da Rosa Archer
per ragazzi dai 14 ai 18 anni

(IN ITALIANO E INGLESE)

Diagrammi e grafici nello spazio, rappresentate dai partecipanti al laboratorio condotto in italiano e inglese dalla professoressa Rosa Archer. Percepire la matematica collocando il proprio corpo nello spazio condiviso con i partecipanti al laboratorio, ricostruendo modelli matematici grazie alla disposizione e alla distanza tra le persone.

Evento Facebook

sabato 21 maggio ore 17
• presso Casa9
• incontro
DOPO LA VIRGOLA
incontro sul mondo della matematica

con il Professor Alexander Saltuari del Liceo Ettore Majorana

Dopo la virgola” è un laboratorio di Matematica fatto di indovinelli, di questioni finite e di tentazioni infinite. Dopo aver brevemente visitato le terre a sinistra della virgola, abitate da animali comuni ma anche da qualche bestiolina misteriosa, l’esplorazione si spingerà a destra, nella temibile landa “dopo la virgola”, popolata da mostri numerici dalla lunga coda. Ha senso parlare della virgola, in un mazzo di carte? Come si fa a distinguere un numero razionale da uno che non lo è? Cosa si può trovare nella coda di un serpente irrazionale? Un laboratorio a senso unico, perché, “dopo la virgola”, è difficile tornare indietro.

evento FB

venerdì 24 maggio ore 18
• presso Teatro Marconi
• teatro
RADIO OFFICINA
esito del laboratorio Radio Frammenti

Il teatro diventa uno studio radiofonico per raccontare con interviste e filmati un territorio e fare una narrazione della terza edizione di Multiplo Sensibile. I contenuti saranno elaborati con i partecipanti ai laboratori.