L’associazione

L’Officina delle culture è un’associazione nata nel 2015 che si propone come un soggetto che promuove la diffusione delle arti come insieme di culture in movimento, in confronto, in continuo scambio e reciproco arricchimento, che vuole valorizzare la migrazione di idee, valori, esperienze e sostenere una nuova solidarietà tra gli esseri umani. L’Officina sceglie l’approfondimento per rendere visibile la costante trasformazione del pensiero e del vissuto contemporaneo all’interno di un reciproco rispetto che smentisca chi vuole strategicamente rendere sinonimi le parole multiculturalità e conflitto.

L’Officina ricerca azioni, proposte culturali e strategie necessarie per stimolare un atteggiamento di apertura creativa per la collaborazione di artisti di varia provenienza mirando a creare legami e reti capaci di far emergere le differenze come le affinità tra le più diverse ricerche artistiche provenienti dai più diversi luoghi del mondo. Lo sguardo internazionale non cancella la necessità di radicare le proposte a una specificità territoriale su cui Officina opera da anni affinché si crei una diversa sensibilità nei confronti della rigenerazione e di un diverso modo di socializzazione e di scambio tra l’ambiente e il tessuto socio-economico di un Municipio romano.

2021 e 2020 – E’ risultata vincitrice del Bando triennale del Comune di Roma Eureka 2020-2021-2022! Per cui realizza la manifestazione sulla divulgazione scientifica  Multiplo Sensibile a novembre 2020 ed a maggio 2021.

2021 Con il contributo della Regione Lazio, realizza il progetto “In viaggio con Errichetta” sulle musiche tradizionali del Mediterraneo e la valorizzazione dei territori della regione, anch’esso realizzato in streaming per emergenza sanitaria, con il gruppo Errichetta Underground ed ospiti internazionali.

Nel 2020 organizza in streaming laboratori per la creazione di nuovi pubblici per lo spettacolo dal vivo con i progetti Officina delle Favole ed Electro Shocks.

Ad ottobre presenta il Rashmi Bhatt Trio al Palatino, al Festival delle Letterature.

Da luglio a settembre 2020 presenta sette concerti a Palazzo Merulana per il progetto Note dal Mondo.

Dal 2017 al 2019 organizza a Spinaceto tre edizioni di Officina Estate, rassegna di teatro, arte, musica, cinema e laboratori ambientali a largo Cannella, tre edizioni realizzate con il sostegno del Comune di Roma, nell’ambito della programmazione dell’Estate Romana.

Promuove e gestisce la formazione degli studenti del Liceo Ettore Majorana di Roma per il progetto “Un griot italiano” sostenuto dalla Fondazione Maxxi e tenuto da Jean Hilaire Juru e Parisa Nazari sulla cultura Hip Hop come esempio di incontro di culture e coesione del territorio a Spinaceto. In questo progetto sono stati prodotti due video: una canzone e un video clip prodotti dagli studenti che narravano il loro sguardo sulla periferia che abitano e il video tutorial “Vedo Nero” scritto interpretato e diretto dagli stessi studenti.

Dalla fondazione l’associazione organizza numerosi concerti di musica contemporanea e etnica. Del 2015/2016 il Capodanno davanti alla Stazione Metro Laurentina con Badara Seck, Rashmi Bhatt e Farzaneth Joorabchi, del 2018 il concerto di Tasha Rodrigues e Sergio Sorrentino con interventi artistici di Monica Pirone presso i mercati di Traiano, del 2019 Martux_M con Rashmi Bhatt alla Galleria Comunale di Arte Moderna e molti altri…